Risonanza Magnetica

Risonanza magnetica aperta: nuova speranza per gli obesi

Risonanza magnetica aperta: nuova speranza per gli obesi

Spesso si sente parlare di una reale difficoltà per diverse categorie di persone di avere assistenza , un aiuto maggiore e specifico su alcuni problemi per loro insormontabili. Oggi vogliamo richiamare la vostra attenzione con una tipologia di esame che sta andando molto in uso negli ultimi anni e che è diventato una vera soluzione per chi non può usufruire di strumenti tradizionali: la risonanza magnetica aperta.

Che cos’è la risonanza magnetica aperta

La risonanza magnetica aperta ad alto campo è un’apparecchiatura moderna di diagnostica avanzata che si distingue per struttura da quella classica. Di recente Il suo impiego è notevolmente aumentato, assicurando a ogni persona la possibilità di effettuare tipologie di test che fino a qualche anno fa non potevano. Il suo prezioso utilizzo è dovuto al magnete a basso campo che sta al suo interno, spesso usato per lo studio della patologia muscolo-scheletrica.

Strutturalmente presenta come una grande C squadra dove, sia il braccio superiore sia braccio inferiore, sono due grandi piastre che creano campi magnetici e permettono alla risonanza di fungere da sorgente di onde radio. Le risonanze infatti sono più larghe e dispongono di un tunnel non superiore ai 60 centimetri.

I test che svolge hanno una durata tra i 30 ai 60 minuti e, alla sua conclusione, si può tornare alla normalità delle proprie attività quotidiane. Al’ interno vengono effettuati esami sicuri in cui spesso si tenta di analizzare cranio, torace, colonna vertebrale e addome.

Perché è adatta per chi soffre di obesità

Come risonanza viene descritta come di tipo nucleare e, nel nostro caso, è indicata per chi si trova in uno stato di obesità. L’esigenza di provvedere a questo tipo di esame nasce dalle poche scelte che le persone in sovrappeso hanno quando devono effettuare test, analisi ed esami.

Infatti hanno difficoltà a trovare una macchina tarata per il loro peso e di conseguenza poter prenotare una risonanza magnetica tradizionale di tipo chiuso. La causa è la circonferenza corporea del paziente che impedisce di usare strumenti di comune utilizzo. Grazie però a questa vasta gamma di macchinari aperti, possono essere assistiti nei migliori dei modi.

Può essere utile anche per chi soffre di claustrofobia o chi ha problemi di movimento, consentendo al paziente di effettuare esami con maggiore serenità. È infatti progettata per consentire comfort a chi soffre gli spazi chiusi.

L’approccio a questo macchinario è lo stesso di tutti gli altri tipi di risonanza senza mezzo di contrasto e, come con gli altri esami, al paziente si chiede di togliersi i propri indumenti ed eventuali oggetti metallici.

I vantaggi e gli svantaggi del suo utilizzo

I vantaggi del suo uso sono la non esposizione del paziente a radiazione ionizzanti, rendendola adatta per test ripetibili più volte a distanza di poco tempo. Un altro fattore importante è la eccellente visibilità fuori del tunnel.

Tra le varie pratiche la risonanza rientra nell’ambito della radiologia ed è effettuabile negli ospedali o cliniche specialistiche. L’uso fatto dai chirurghi in sala operatoria è essenziale nell’analisi di organi e tessuti sui quali poi si interviene in un secondo momento.

Purtroppo il suo utilizzo non è previsto per studiare articolazioni piccole e complesse come il ginocchio. È sconsigliato inoltre per chi ha dei dispositivi in metallo all’interno del corpo. La Risonanza Magnetica Aperta non è predisposta per studi vascolari e lo studio del cuore.

Sei interessato ad avere maggiori delucidazioni? Prenota nello Studio Diagnostico Tiberino una consulenza con uno dei nostri specialisti o esami strumentali per accettarti che sia tutto nella norma. Per ulteriori informazioni, contattare il numero 0765/389189.

Shopping Cart