Consulta il tuo referto online!

EMAIL: info@studiotiberino.it    Tel.: 0765 389189

Prevenzione del cancro al seno: consigli e raccomandazioni

Prevenzione del cancro al seno: consigli e raccomandazioni

  • Cancro al seno

Ottobre è il mese della prevenzione del cancro al seno, una malattia che in Italia, solo nel 2017,  ha colpito circa 50.000 donne.

Il tumore più frequente è quello della mammella, pari al 28% di tutte le neoplasie e di fatto la prima causa di morte per tumore nelle donne.

Una grande arma nei confronti di questo e degli altri tumori che interessano il seno è sicuramente la diagnosi precoce, che permette di identificare la malattia quando è ancora in uno stadio  iniziale.

Infatti, sebbene negli ultimi decenni si sia registrato un aumento costante aumento nell’individuazione del cancro al seno, si è anche avuto una maggiore percentuale di guarigioni. Negli ultimi vent’anni, infatti, la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è cresciuta dall’81% all’87%.

La diagnosi precoce

Ci sono diverse cose che si possono fare per tenere sotto controllo il proprio seno e riconoscere in tempo i segni di un possibile tumore.

cancro al seno

La prima è l’autopalpazione, che ciascuna donna dovrebbe praticare ogni mese, dai venti anni in poi. Il momento ideale, in età fertile,  è compreso nei 2 o 3 giorni successivi al ciclo mestruale, quando il seno è più morbido.

Il secondo passo è svolgere esami di controllo regolarmente, in particolare la visita senologica, l’ecografia e la mammografia. In  particolare, l’ecografia è indicata per le donne più giovani, il cui tessuto ghiandolare è più denso, mentre la mammografia è uno strumento molto utile dopo i 35 anni.

Tra i 40 ed i 49 anni, la mammografia andrebbe effettuata ogni 12/18 mesi, tra i 50 ed i 69 anni ogni 2 anni e dopo i 70 anni una volta all’anno.

Come riconoscere i primi sintomi del cancro al seno

La prevenzione più efficace è senz’altro affidata alle donne ed il primo passo  è, naturalmente,  conoscere il proprio seno. Qualsiasi mutamento o alterazione di forma, consistenza o dimensioni deve essere un campanello d’allarme.

In particolare, il sintomo più comune di un tumore al seno è la presenza di un nodulo.

Naturalmente, non tutti i noduli sono cancerosi:  è più probabile che lo siano quelli sono duri che non causano dolore, ma esistono anche eccezioni a questa regola, quindi  è comunque necessario tenerli tutti sotto controllo.

cancro al seno

In assenza di noduli, però, esistono altri sintomi da tenere presente: innanzitutto il gonfiore, generale o localizzato, il cambiamento di forma del seno, irritazioni o increspature della pelle, dolore, cambiamento di forma del capezzolo (in particolare se si ripiega su se stesso) o della sua consistenza (se diventa molle),  presenza di secrezioni, ovviamente se non si sta allattando.

Alcuni segnali possono essere rilevati lontano dal seno: per esempio il gonfiore o la presenza di noduli sotto le ascelle. Questo perché in alcuni casi il cancro al seno può diffondersi ai linfonodi ascellari, anche prima di essere individuabile nel seno stesso.

 

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.