ortopedia, Salute

Dolore alla spalla: cause e rimedi

Dolore alla spalla: cause e rimedi

La spalla è soggetta a moltissimi usi e attività, provocando dolori che impattano in modo significativo le nostri azioni quotidiane e la nostra vita.

Definizioni

Spesso tali dolori si riscontrano durante il riposo, facendo emergere diverse patologie. Prima d’indicare le problematiche che incombono e le relative soluzioni, è essenziale capire la struttura di questa parte importante del nostro corpo. La spalla è formata da un unico sistema costituito da due ossa: la scapola e la testa dell’omero, collegati fra loro grazie ai tessuti mobili di connessione e di rivestimento, chiamati tendini e legamenti. La loro azione assicura la stabilità dell’articolazione durante il movimento.

Possibili Cause dei problemi della spalla

La spalla può andare incontro a un lento deterioramento delle articolazioni, e la rottura di un suo elemento crea una reazione a catena che coinvolge anche altri parti del corpo. Diverse sono le cause che portano a una perdita della funzionalità, generando dolori che provocano danni alle cartilagini articolari.

Tra i più comuni dolori troviamo l’artrosi, la lussazione e la sublussazione della spalla:

artrosi della spalla: processo che si manifesta con una degenerazione lenta, interessando superficialmente la scapola e la testa dell’omero. Si riscontra un assottigliamento della cartilagine che comporta un mal funzionamento durante il movimento tra le due tipologie di ossa. Vi è una prima fase di infiammazione e un successivo gonfiore che limita l’uso della spalla. I soggetti più colpiti sono principalmente gli anziani, chi ha fatto uso eccessivo di braccia e spalle nel corso della vita. Il sospetto di artrosi può essere colto con un fastidio moderato che aumenta lentamente nel tempo. Nel momento in cui si decide per un intervento chirurgo, necessaria è una TC.

Lussazione/sublussazione della spalla: vi è uno spostamento, una fuoriuscita completa della testa dell’omero dalla sua posizione normale durante il movimento, ovvero nella cavità della scapola. A esserne soggetti sono soprattutto coloro che sono predisposti a una lassità legamentosa e tendinea oppure chi ha avuto un trauma accidentale. Un altro fattore di sofferenza è l’infiammazione o danneggiamento dei tendini che implica una limitazione nei movimenti. Vari danneggiamenti interessano anche l’integrità della borsa acromiale, struttura connettiva che ammortizza gli urti e sfregamenti tra ossa e tendini.

Rimedi e interventi chirurgici

Impedire quindi i dolori alla spalla con azioni preventive che rallentano il danneggiamento nel tempo, consente d’intervenire subito. È importante consultare in questo caso uno specialista o prenotare una visita ortopedica che può consegnare un quadro generale. Infatti già in un primo esame a livello visivo, lo specialista è in grado d’inquadrare il collocamento del dolore.

Diversi sono i test effettuati grazie all’esecuzione di manovre che fanno riemergere il problema interessato.

Sindrome da Conflitto: i test effettuati sono i test di Neer e il test di Hawkins. Con il test di Neer si eleva il braccio in modo passivo mantenendo la scapola abbassata. Il dolore in questo caso è dovuto all’attrito fra la cuffia dei rotatori.

Lesione della cuffia dei rotatori: con tali test dinamici, si posiziona il paziente, opponendolo alle pressioni del dottore. Tra i più utilizzati troviamo il test di Jobe, il test di patte e il test Belly Press.

Instabilità della spalla: vengono effettuati test per valutare la spalla. Conoscendo la locazione dell’instabilità, si può capire il grado di compromissioni di tendini e legamenti.

Necessari sono anche gli esami strumentali come risonanza magnetica ed ecografia. Si consiglia l’uso della risonanza per la grande mole d’informazioni complesse e dettagliate che consentono di valutare l’azione opportuna.

L’operazione chirurgica avviene solo quando si presenta una totale e completa rottura dei tendini.  Dunque la necessità di affidarsi a un professionista in questo caso ti permette di avere una diagnosi certa che porta poi un tempestivo provvedimento. Si sconsigliano azioni avventate, soluzioni non adeguate, invasive e poco efficaci. Consigliamo anche un riposo dell’articolazione.

Credi di essere soggetto a queste cause? Prenota presso lo
Studio Diagnostico Tiberino una consulenza con uno dei nostri specialisti o esami strumentali per accettarti che sia tutto nella norma.
Per ulteriori informazioni, contattare il numero 0765/389189.

Shopping Cart